Inps sezione servizi/pin online dating

by  |  28-Nov-2014 01:41

Purtroppo, però, anche se questo strumento è nato per semplificare la procedura di assunzione, la procedura di attivazione voucher non è affatto semplice, e richiede dei passaggi differenti, a seconda del tipo di buono acquistato: vediamo insieme come si attivano i voucher.

Innanzitutto, bisogna sapere dove e con quali modalità i buoni lavoro possono essere acquistati.

Le modalità di acquisto possono essere sia dirette che online.

inps sezione servizi/pin online dating-3inps sezione servizi/pin online dating-9inps sezione servizi/pin online dating-40

L’acquisto in modalità telematica dei voucher, invece, può essere effettuato direttamente tramite il portale web dell’Inps.

Se i voucher sono stati acquistati online, direttamente tramite il sito dell’Inps, la procedura di attivazione dei buoni è la seguente: – In primo luogo, il lavoratore, se non ne è già in possesso, dovrà munirsi di codice Pin per l’accesso ai servizi online dell’Inps: è possibile richiedere il Pin direttamente online, oppure recarsi presso una sede Inps muniti di documento d’identità, per ricevere il codice identificativo; – dovrà poi essere effettuata la registrazione del lavoratore: il lavoratore stesso, dopo avere effettuato l’accesso al sito dell’Inps, dovrà recarsi alla pagina “Elenco di tutti i Servizi”, poi andare alla pagina “Lavoro Accessorio”, ed infine alla sezione “Registrazione Prestatore/Lavoratore”.

Dovrà essere compilato, a questo punto, il form presente nel portale web, con tutti i dati del lavoratore, e potrà essere richiesta la Inps card, emessa da Poste Italiane, per ricevere direttamente lì i pagamenti relativi ai voucher.

La Registrazione dovrà poi essere convalidata dal Contact Center dell’Inps, che contatterà il lavoratore per verificare l’esattezza dei dati; – effettuata la registrazione, si dovrà procedere alla Compilazione Anagrafica del Committente: in pratica, chi paga i voucher, sia azienda che privato, dovrà accedere al portale dell’Inps (qualora munito di codice Pin, diversamente dovrà prima accreditarsi, come il lavoratore), alla pagina “Lavoro Accessorio”, e compilare i propri dati nella sezione “Gestione Anagrafica”; – terminate le registrazioni di committente e prestatore, si dovrà procedere alla Dichiarazione rapporto di lavoro: in questa fase, il committente dovrà comunicare l’inizio di un rapporto di lavoro con voucher utilizzando la sezione “Dichiarazione Rapporti”; – maschera Tipo d’impresa: il primo campo da compilare, nel form di dichiarazione del rapporto, è una maschera denominata “Tipo d’impresa”, nella quale chi paga i voucher dovrà specificare se è un committente privato, un datore di lavoro domestico, un ente pubblico, o un’impresa familiare; – maschera Inizio e termine del rapporto: il committente dovrà poi specificare la data iniziale e finale del rapporto, nonché il codice fiscale del lavoratore; si tratta, però, dei termini generali del rapporto, poiché, successivamente, ogni singola prestazione dovrà essere inserita entro l’arco di tempo compreso tra la data d’inizio e di fine del rapporto; – maschera luogo di lavoro: in questo campo, il committente dovrà indicare l’indirizzo completo del luogo in cui sarà svolta la prestazione lavorativa; – maschera attivazione della prestazione: terminata la compilazione del form di dichiarazione, per attivare la prestazione si dovrà infine accedere alla sezione “Consuntivazione”, e selezionare il codice fiscale del lavoratore prescelto, del quale preventivamente era stata inserita la dichiarazione d’inizio rapporto; sarà così possibile inserire le date d’inizio e termine della specifica prestazione, e si dovrà inserire il relativo compenso lordo; basterà cliccare, infine, su “conferma pagamento” per terminare la procedura.

Nell’ipotesi dei voucher cartacei, la procedura è la stessa, ma dovranno essere inseriti, nella sezione “attivazione voucher”, il codice fiscale del committente, il codice di controllo e l’identificativo del buono.

Community Discussion